Dentro e fuori le cime. Dolomiti di Brenta


Un grande racconto per immagini di un rapporto intimo e profondo tra un fotografo di montagna e questi luoghi. Un viaggio lungo quattro anni (2009-2012) dentro e fuori questo splendido e solitario gruppo dolomitico; per ferrate, boschi, cascate, nuvole, neve, sole, pioggia, in ogni stagione, per migliaia di metri di dislivello. Oltre 80 fotografie in puro e potente bianco e nero in pellicola, medio formato, realizzate con due regine della fotografia: Hasselblad e Rolleiflex. Un prezioso, grande omaggio alla bellezza di questo Gruppo, un tributo alla Natura tutta. E un accorato invito alla preservazione e conservazione del meraviglioso Patrimonio che ci è stato donato affinché tale rimanga. Un libro unico nel suo genere, da godere nel suo generoso formato


Dentro e fuori le Cime
Dolomiti di Brenta, tra l’occhio e il passo

di Alberto Bregani,

Testi e schede: Roberta Bonazza, Sandro Vidi
Prefazione: Maurizio Rebuzzini
Editore:  Il Margine, Trento
Formato: 28x33cm per 132 pagine
80+ fotografie bianco e nero grande formato
Prezzo: €. 39,00
Pubblicazione: Dicembre 2012
Art director: Davide Limido

rebuzzini| Missione della Fotografia | 
“Osservando le fantastiche fotografie di montagna (in montagna) di Alberto Bregani, ognuno di noi dischiude le porte di un mondo amabilmente rappresentato, accede a una teatralità visiva che esclude qualsivoglia ambiente circostante, per dare esistenza alle sole immagini. In una suggestiva sequenza temporale, dal soggetto alla sua abile rappresentazione, dal vero alla sua immagine, i passi compiuti da Alberto Bregani diventano nostri. Guardatele bene queste fotografie (poesie). Indipendentemente dal soggetto-pretesto, come anche allineati al soggetto-pretesto, quando le osserviamo, queste fotografie valgono per tutto quanto ciascuno di noi trova in se stesso.
 Missione della fotografia” | (dalla prefazione) |
Maurizio Rebuzzini, tra le più autorevoli firme del settoredal 1972 scrive di linguaggio, tecnica e costume della fotografia.

Selezione dal libro | ©AlbertoBregani

 

Ci sono 43 commenti

  1. Marina

    Annoverandomi tra i “fortunelli” che hanno già tra le mani il tuo libro, rompo il ghiaccio e ti lascio anche qui il mio pensiero. Finalmente un libro che racconta la montagna così come ho sempre immaginato che un libro fotografico dovesse fare. La montagna osservata e restituita nella sua essenza più profonda, nel suo silenzio, nella sua immensità. Il libro racconta di un rapporto che si costruisce lentamente, senza l’ansia e la fretta di dover necessariamente conquistare qualcosa. La montagna come luogo dell’anima e non come semplice spettacolo sensazionalistico che troppi libri fotografici invece rincorrono. È una questione di intonazione, come ti avevo scritto una volta. Tu hai saputo trovare l’intonazione perfetta. Le foto del libro ti entrano tutte sotto pelle. È come se stessero incitando chi le osserva ad andare a scoprire quei luoghi, per provare a cogliere anche solo una piccola parte di ciò che tu hai raccontato. Invitano a mettersi in cammino. Invitano alla ricerca. Invitano a domandarsi in che modo ciascuno di noi sceglie di definire il proprio rapporto con la natura. Guardo la copia del libro che ora si trova nella libreria e penso con gioia che ogni volta che a Milano sentirò il bisogno di “vedere” il Brenta, potrò farlo. Grazie Alberto, per averci regalato questa possibilità! 🙂

  2. Andrea Tonezzer

    è da un pò di tempo che leggo i tuoi messaggi in FB e da grande appassionato di fotografia ti ammiro tanto per ciò che hai fatto considerando le immancabili difficoltà organizzative ecc.
    Ammiro le tue foto!! Complimenti ancora per il tuo libri anche se non l’ho visto ma che sicuramente sarà speciale!!
    Ciao
    Andrea Tonezzer

  3. Massimiliano

    Oggi e’ FINALMENTE arrivato!
    la consegna non e’ stata delle migliori, il pacco era danneggiato ed e’ stato lanciato in giardino, per fortuna oggi non pioveva. Ho temuto che si fosse danneggiato, ma fortunamente l’imballo ha avuto la meglio. Adesso l’ho riposto al sicuro, l’apriro’ solo a Natale (mi devo fare molta forza per non cadere in tentazione) e’ il mio regalo di Natale e fino ad allora riposera’ da sguardi indiscreti, assaporero’ durante le feste il libro, perdendomi nelle foto che gia’ conosco, per perdermi nel viaggio in cui Alberto in questi anni ci ha accompagnato. Grazie Alberto, ti faro’ sapere poi le mie impressioni
    Massimiliano

  4. Cristian

    Aspettavo da giorni l’arrivo del pacco col libro, ed oggi a mezzogiorno entro in casa ed eccolo li che mi aspetta. Naturalmente lo apro subito, e do una rapida sfogliata mi colpiscono subito due foto che mi fanno tornare proprio in mezzo al Brenta. Come lo scorcio inconfondibile delle Bocchette Centrali o la Cima Mandron che sbuca dalla nebbia.
    Sono foto vere, nel senso che ti riportano in posti già conosciuti, e ti ridanno le stesse sensazioni ed emozioni vissute .
    Penso che chi guarda il libro (Perchè è un libro soprattutto da guardare) e non è mai stato in Brenta, venga preso dal desiderio di andare a vedere coi propri occhi. Ma posso assicurare che quanto vedono sulla carta è proprio vero.
    Grazie ancora Alberto.

  5. Luca

    Caro Alberto,
    ho ricevuto questa mattina l’attesissimo plico contenente il frutto delle tue fatiche.
    Anche ora che ti scrivo l’ho qui accanto a me… Fatico a distogliere lo sguardo da esso per scrivere queste righe. Di nuovo molte congratulazioni.
    Ti auguro che il libro abbia tutto il successo che merita: enorme, come minimo!
    Mi sarebbe piaciuto presenziare alla presentazione del libro a Trento per formularti di persona la mia ammirazione e l’apprezzamento per il tuo lavoro, ma, sfortunatamente, impegni di lavoro me lo impediscono. Vedrò di non mancare alla prossima occasione, magari a Milano o dovunque essa sarà.
    Quale modestissimo (infimo) “fotografo della domenica” non mi stancherò mai di ribadire, a te ed a tutti coloro che conosco, il mio debito nei tuoi confronti : le tue foto mi sono servite più di mille corsi di fotografia e quel che ho imparato della fotografia di paesaggio lo devo soltanto a te ed alla tua opera. Dubitando di riuscire mai a sdebitarmi, per il momento accetta il mio più sincero e sentito “Grazie”.
    Ora ti saluto: vado in libreria a prenotarne altre copie perché a Natale voglio regalare il tuo libro ai miei cari.
    Buone Feste,
    Luca

    P.S.: In bocca al lupo per il Leica Talent Contest!

  6. Cristina (Viaggiatrice Dolomitica)

    E’ bello ricevere le emozioni delle nostre amate montagne, direttamente sulle scrivanie milanesi. Ed è quello che è successo oggi a me ed a Luciano. Bellissimo e complimenti. Ci vediamo su allora

  7. kazan1975

    Che dire…. semplicemente emozionante… quasi onirico
    Certi scatti mi ricordano i dipinti di Caspar David Friedrich
    Lascia il segno..nel profondo

    Ancora grazie Alberto 😉

  8. Stefano

    Sono pagine che accompagnano piano, coinvolgendo anche chi la montagna non la vive così intensamente. Sono pagine che meritano un momento tutto loro.
    Lavoro notevole per passione e tecnica, grazie.

  9. Damiano

    Un lavoro immenso, dall’ideazione alla consegna.
    Le aspettative erano molto alte ma non sono state per nulla disattese.
    Complimenti sinceri per la cura dei dettagli che si riesce a percepire in ogni singola pagina, copertina inclusa. Mi è piaciuta molto anche l’idea della raccolta tematica a fine libro.
    Bravo Alberto, brava Roberta, bravo Sandro.

  10. carlox2011lo

    Potrei copiare tutto il primo commento (Marina – 10/12/2012). Non saprei davvero come dire meglio quello che penso.
    Aggiungo solo che con Alessandra stiamo programmando di tornare al più presto tra quelle cenge.
    Grazie Alberto!
    Carlo

  11. Chiara

    Sono le 11.30 e suona il campanello: è il drin drin del postino, lo riconosco, è inconfondibile!
    Nell’aprire il pacco ho le mani che tremano dall’emozione.
    Un lavoro fantastico, foto che parlano da sole, tanta arte e un cuore enorme dietro la camera.
    Un dono prezioso con una dedica toccante nella quale mi ritrovo.
    Solo un uomo con un animo gentile, altruista e generoso può regalare tali capolavori e Alberto, tu sei tutto questo, mi arriva forte e chiaro.
    Grazie di aver condiviso con tutti noi il tuo percorso, grazie di averci donato tanto tempo e grazie per le innumerevoli emozioni.
    Un abbraccio.

  12. Alpine Sketches

    Sto sfogliando un gran libro ed è un piacere ritrovare impresse in pregiata stampa molte foto già viste e che hanno impreziosito anche alcuni capitoli del mio blog.

    Qui la cura, che si percepisce in tutto il processo editoriale, dall’immagine, presa nel luogo e nel momento ‘perfetti ‘ fino ai particolari di editing, è forma di contenuti profondi e non la scontata conseguenza di futili tecnicismi.

    In queste fotografie la montagna esprime la sua grande forza vitale ed è protagonista, non il frutto secondario di reportage sportivi o del resoconto alpinistico.
    E il fotografo che cerca di assecondarla non ha un compito facile, durante le lunghe attese e gli appostamenti, cercando di immedesimarsi nella sua potenza.

    Alberto, in questa sfida ci sei riuscito benissimo, senza mai cadere nella visione aulica di cartolina e senza i trucchi facili.

    Fissare i momenti del lento passaggio tra una stagione e l’altra significa tornare sui passi di chi un tempo ci ha accompagnati per mano in questi scenari, trasferendoci il lato esplorativo e curioso che sta dietro ogni piccola e grande avventura.

    Significa, soprattutto, destinare tutto ciò a chi verrà dopo di noi.

    Sfogliare questo libro è un deja vu di nostalgia che riporta a una montagna di un tempo, lontana ma mai dimenticata o, peggio, perduta.
    Grazie Alberto Bregani!

  13. Silvia

    Ore 11.50. Rientro a casa e trovo un biglietto attaccato alla porta: Suonare da Paola. Dlin dlon. La mia attempata vicina apre, dicendo: “La postina non si fidava a lasciare per terra questo pacco. Le sembrava qualcosa di fragile e importante, così ha chiesto a me di prenderlo e consegnartelo.”
    E io: “E’ arrivato! E’ arrivato! E’ l’album di Alberto! Entri un attimo in casa, signora Paola! Le faccio vedere che foto meravigliose fa!”
    Scarto il pacco e vado subito alla dedica… mi commuovo… e inizio a sfogliare le prime pagine. Bom! Che emozione vederle così da vicino e sentire l’inconfondibile profumo della carta fresca di stampa!
    Ora stacco tutto. Non ci sono per nessuno per almeno un’oretta. Divano, tè caldo e via a camminare tra boschi, montagne, ruscelli e nuvole.. tutto rigorosamente in bianco e nero.

    Ecco, questa è la testimonianza “a caldo” di come il tuo lavoro è giunto a destinazione nella mia casa. Grazie di cuore.
    Silvia Luccarini

  14. Daniele Passoni

    Sfogliando si sente il vento e si toccano le rocce, le nuvole escono e rientrano dalle pagine… ogni tanto viene da chiedere se il moschettone è ben fisso…

    Bellissimo Alberto, per tutto, per le foto e per le parole 🙂

    Daniele Pax

  15. Elisabetta

    Ciao Alberto,
    Finalmente è arrivato!!!!
    Libro magnifico,immagini magiche..è una fortuna per tutti noi che la “Tua Luce” non serva solo ad impressionare le pellicole…Grazie Alberto e tanti auguri di buon Natale.
    Elisabetta

  16. DANELUTTI CAROLINA

    Finalmente sono arrivati !!!! Ero sulle spine perchè ( come sai ) uno dei tuoi libri viaggerà con me verso l’asia per andare in dono a una persona che ama molto la montagna ma da anni non la vive. E’ stata un’ emozione sfogliare queste pagine e perdersi tra le immagini poetiche e a volte dure come solo le montagne sanno essere , grazie Alberto hai portato anche una “pigrona ” come me ad accarezzare le nuvole ! Un abbraccio

    Carolina

  17. Sandro

    E’ arrivato questa mattina, mentre ero alle prese con vari problemi legati al lavoro, spinto dalla curiosità ho lasciato tutto per dare almeno una prima sbirciata al contenuto del pacco. La prima impressione, dicono sia quella che conta, è estremamente positiva, il look del volume è semplice ma allo stesso tempo bello, il formato insolito ma adeguato a contenere le foto.
    Premetto che non sono un patito della montagna, anzi da isolano (abito al mare in Sardegna) ed amante del mare, non considero quasi congeniale quell’ambiente alla mia persona, quasi come un rifiuto atavico. Però gli scatti contenuti nel libro, sono belli, rappresentativi di luoghi solitari dove l’uomo è poca cosa innanzi alla maestosità della natura. Il lavoro nel complesso conferma, l’ottima impressione che mi ero già fatto da tempo sull’autore vedendo i suoi lavori su facebook.
    Bello ancora complimenti, proprio una bella opera.
    Sandro Biondi

  18. Giorgio tricomi

    Ogni stupenda immagine un’ emozione forte, grazie Alberto per avermi portato lassù, in quei luoghi incantati; oltre le mie colline io non riuscirei a salire! Mi prenoto fin da ora per il secondo volume, con stima
    Giorgio Tricomi iw5aom

  19. Luca Ghedini

    Il percorso di Alberto è quello del cuore e della passione, della sintesi per l’amore per la montagna e per la fotografia.
    Di libri di fotografie di montagna son pieni gli scaffali delle librerie di tutte le località delle Dolomiti; alcuni contengono immagini più spettacolari, più “tirate” di quelle di Alberto.
    Nessuno, però, ci fa entrare, attraverso le immagini, nell’animo dell’autore e nessuno di questi altri volumi ci rende partecipi dell’amore per la montagna, per la Sua montagna e per la fotografia, come riesce a fare il prezioso volume di Alberto.
    Tutte le fotografie sono molto belle; alcune sono bellissime: queste sono quelle che escono dai canoni tradizionali della fotografia di montagna e ce ne offrono una visione attraverso gli occhi e il mirino dell’autore.
    Volontà, cuore, intelligenza e passione hanno fatto il miracolo.
    Grazie Alberto.

  20. Anna Chiara

    Un emozionante viaggio interiore lo definirei, il tuo ma anche il mio; il nostro ora. Un pregiato lavoro di equìpe in cui l’amore per la montagna si tocca, si ascolta si annusa diventa il “colore” delle tue magistrali fotografie in bianco e nero. Grazie Alberto

  21. Fabrizio

    Ciao Alberto, prima di tutto auguri, anche se in ritardo… in questi giorni, tra i diversi impegni, facebook non l’ho mai visto e quindi mi è scappata questa data…
    Ti scrivo per dirti che il libro tanto atteso è finalmente arrivato! Che dire… è proprio un gioiellino! Trovo che le scansioni siano molto buone e le immagini stampate siano profonde, hanno dei bei toni! Mi è piaciuta l’idea dei percorsi finali con la miniatura delle immagini ed in generale trovo che l’impaginazione sia riuscita a rendere giustizia ai tuoi scatti. Che altro… non farci aspettare altri 50 per il prossimo libro! 🙂
    Ancora complimenti e un grosso in bocca al lupo per tutti i progetti futuri.
    Fabrizio

  22. luigidro

    Sono anni che vorrei visitare i luoghi nei quali sono state scattate le fotografie e i tuoi scatti non fanno che accrescere la voglia di partire.Ma ci vuole pazienza, come sicuramente ne hai avuta tu per ottenere simili risultati, che mi confermano che ci sono tempi, luoghi e modi adatti ad una specifica situazione e che la calma e la dedizione premiano.
    Vado a pianificare un viaggio e lo inizio dalle tue foto.
    Grazie

    Luigi Drovetti

  23. Mauro

    Ciao Alberto il libro è arrivato! Che dire…semplicemente meraviglioso. Molto molto belle le foto e trasmettono in modo lampante l’amore e la passione per la montagna. Diventerà, tra i libri di foto che ho a casa, il più invidiato dai miei amici, questo grazie anche alla dedica incorporata…..grazie ancora Alberto per questi scatti magnifici e pieni di carattere, non aggiungo altro. Mauro

  24. Mirco Pavan

    Ciao Alberto,
    finalmente è arrivato anche a me, e me lo sono gustato per tutto un weekend! Che dire… ottimo lavoro, curato e affinato fino all’ultimo dettaglio.
    Il formato è geniale, così come l’idea della montagna finalmente “senza cima” e senza meta da a questo libro un tocco di intimità e di sincerità che non si trova facilmente.
    Bellisima anche l’idea della descrizione dei percorsi, con suggerimenti per trovare la luce giusta… la luce, quest’ultima protagonista incontrastata del libro, traspare e accompagna il lettore in tutte le pagine.
    Se posso permettermi una critica (costruttiva naturalmente) avrei preferito una copertina rigida, avrebbe valorizzato di più il tuo splendido lavoro!
    Complimenti ancora, e grazie mille per la dedica 🙂

  25. Andrea Mover

    Ciao Alberto! L’emozione di ricevere il libro è stata tanta, nonostante molte foto già “viste” e “vissute” tramite uno schermo. Averle stampate su un supporto “tattile” come la carta mi ha fatto tutto un altro effetto, mi sono ritrovato davvero ad accarezzarla, quasi a voler entrare nelle foto.
    Sono ovviamente tutte bellissime, ma qualcuna in particolare dotata di una “forza espressiva”, quasi da dover distogliere lo sguardo.
    Non posso che complimentarmi per il tuo splendido lavoro, di ricerca, scatto, racconto e stampa, e ringraziarti per aver avuto la fortuna di essere tra i fortunati a cui hai dedicato un po’ del tuo tempo per renderci partecipi di questa avventura.
    Sono davvero felice di avere il tuo libro.
    Con ammirazione e amicizia,
    Andrea

  26. Andrea Mover

    Ciao Alberto! L’emozione di ricevere il libro è stata tanta, nonostante molte foto già “viste” e “vissute” tramite uno schermo. Averle stampate su un supporto “tattile” come la carta mi ha fatto tutto un altro effetto, mi sono ritrovato davvero ad accarezzarla, quasi a voler entrare nelle foto.
    Sono ovviamente tutte bellissime, ma qualcuna in particolare dotata di una “forza espressiva”, quasi da dover distogliere lo sguardo.
    Non posso che complimentarmi per il tuo splendido lavoro, di ricerca, scatto, racconto e stampa, e ringraziarti per aver avuto la fortuna di essere tra i fortunati a cui hai dedicato un po’ del tuo tempo per renderci partecipi di questa avventura.
    Sono davvero felice di avere il tuo libro.
    Con ammirazione e amicizia,
    Andrea

  27. Simone

    Caro Alberto, ho finalmente avuto modo di GUSTARMI il meraviglioso Dentro e Fuori le Cime. Che dire, si vede chiaramente che quei luoghi oramai ti appartengono e il tuo Amore per quelle cime si accompagna al tuo Amore per la fotografia in un perfetto ed emozionante connubio.
    Complimenti.
    Simone

  28. mauro colombo

    Ho appena aperto il pacco … non ho parole, davvero come me lo aspettavo, foto e pensieri che ti portano col cuore tra quelle stupendi cattedrali di pietra !!!
    Grazie Alberto … spero che ne vengano ancora stampate altre copie perchè vorrei comprarne altre da regalare!!!
    mauro colombo

  29. Patrizia Valenziano

    Come già ti ho anticipato, il libro è semplicemente bellissimo! Ricco di emozioni, da gustare e rigustare…ora non mi resta che aspettare la notte di Natale per farlo trovare sotto l’albero a mio marito…e risfogliarlo e rileggerlo saranno nuove emozioni per chi, come noi, è seriamente malato di montagna! Grazie e buon Natale”

  30. Andrea Motti

    Dopo giorni di trepidante attesa, finalmente oggi è arrivata anche la mia copia! Il solo vedere la confezione di cartone mi ha emozionato, leggere la dedica mi ha commosso. L’ho sfogliato e nel mentre immaginavo il momento in cui lo darò a mio padre. Grazie Alberto, grazie per le emozioni che mi hai fatto provare e che proverò ogni volta in cui vedrò una tua foto.

  31. Andrea

    Oggi è arrivata la mia copia.
    Venuto a conoscenza su facebook un annetto fa tramite vecchi amici mi sono fidato a naso del Fotografo Bregani.
    Sono FELICE di averlo fatto.
    Grazie Alberto.

  32. Adriana Di Leo

    Quando ho deciso di ordinare il tuo libro, ho pensato agli occhi di mia sorella ogni volta che tornava da un suo giro sulle Dolomiti; erano come gli occhi di un ragazzino che aveva appena ricevuto il regalo tanto desiderato e, devo dire il vero che al momento dell’acquisto avevo pensato di fare questo dono a lei.
    Ho atteso e finalmente è arrivato il tuo libro …. e che dire iniziando a sfogliare ho capito quella luce nei suoi occhi.

    Questo volume resterà nella mia libreria e continuerà a farmi sognare queste Montagne stupende.
    Grazie Alberto

  33. Alberto

    È arrivato!
    Lo aspettavo, come si aspetta un vecchio amico che ritorna da un viaggo e racconta di quello che ha visto, sentito e ascoltato, e questo è un viaggio non solo geografico ma nella memoria e nell’Anima, e mentre lo sfoglio anche io sono li in quei luoghi che tanto amo

    Grazie Alberto

  34. Giancarlo Ianeselli

    Chiedo scusa per il grande ritardo con cui ti scrivo; il libro è arrivato da alcuni giorni e ho già incominciato a gustarlo ritornando con la memoria alle numerose volte in cui ho calcato gli stessi sentieri.-
    Grazie Alberto per le splendide immagini !!!

  35. Giovanni Battista

    Caro Alberto,
    …. una triplice emozione ha accompagnato la visione del Tuo lavoro.

    L’ammirazione per chi è riuscito, riesce e, (te lo auguro di cuore) riuscirà in futuro a fare delle proprie passioni, ragione di vita.

    Lo stupore che sempre provo di fronte alla Montagna; che ho poco conosciuto, che ancor meno ho frequentato, ma che non mi risparmia sensazioni uniche.

    La soddisfazione di vedere come, ancora oggi, “quadrato e B&N” sia decisamente meglio.

    Complimenti e … Buone Alte Luci … ( di Vetta ovviamente, … non Zonali!)

  36. Marina Filippini

    Scusami per l’imperdonabile ritardo con il quale ti scrivo!
    I libri sono arrivati! L’emozione che ho provato nello sfogliarli mi ha fatto venire un brivido: lo stesso che provo ogni volta che arrivo e guardo quelle “mie” montagne. Le tue immagini mi hanno regalato un tuffo fuori stagione in luoghi che ho visto, che ho vissuto e che ho raggiunto con fatica e in altri, che ho solo potuto immaginare; ma di tutti ricordo l’aria, il profumo i suoni, i colori e i rumori che sono impressi in modo indelebile dentro di me. Grazie, Alberto, un grazie tutto speciale a te e alle tue “poesie in foto”. Un grazie speciale da parte del mio babbo che, ha detto, “la prossima estate voglio provare a rifare uno dei percorsi fotografando i luoghi del libro!”

  37. ivonne canova

    Gentilissimo Alberto, finalmente riesco a farti giungere il mio commento 🙂
    mi scuso per il ritardo.
    Come mi aspettavo, le tue immagini hanno conquistato appieno la mia sensibilità.
    Ho passato tempo, molto tempo a coglierne ogni particolare dopo la prima veloce occhiata; io amo cercare quello che subito non si nota…. 😉
    Rinnovo i miei più sinceri complimenti per quest’opera che si fà guardare e riguardare, e lascia un senso di immensa serenita nell’animo.
    Grazie di cuore!!!
    con stima Ivonne Canova

  38. Gino

    Io sono un uomo di mare, ma anche di montagna, sarebbe troppo facile parlare bene di Alberto e del suo meraviglioso libro, visto che ci conosciamo da trent’anni, grazie anche alla montagna.
    La montagna è una cura per la mia anima, vivendo però al mare non sempre mi posso curare adeguatamente; finalmente con il libro di Alberto ho modo di supplire a questa lontananza, e immaginare di essere lì con lui tra splendidi scenari.
    Non è facile trasmettere cosa si ha dentro, sopratutto l’amore per quello che si ha dentro; solo chi è innamorato veramente talvolta ci riesce.
    I miei genitori mi hanno trasmesso l’amore per la montagna, io lo farò con mia figlia,grazie anche al libro di Alberto.
    Non è facile aggiungere qualcosa alla grandezza della natura: grazie Alberto, tu ci sei riuscito, nei momenti di malinconia con uno sguardo al tuo libro mi tornerà il sorriso.
    Sei un saggio, nonostante la giovane età.
    Grazie.
    Gino

  39. Alessandro Burato

    Caro lei. Le Dolomiti le ricordavo più che altro attraverso nebbiosi flashback provenienti dalla mia adolescenza. Mischiati irrimediabilmente a alcol e belle figliole, ché a 18 anni bella la montagna, ma… le fanciulle di Moena di più. 😉
    Dopo 20 anni da quella adolescenza sei riuscito a farmi tornare la voglia di rivedere quelle montagne e stavolta spostare la mia attenzione a qualcosa di più.. aulico, direi.
    Io odio i paesaggisti, Bregs. Soprattutto quando i loro libri non sono mai abbastanza grandi. Congratulazioni, e mi raccomando: la dedica, e la foto nudo.

  40. Paolo Roman

    Carissimo Alberto, non so se ti ricordi di me,sono Paolo del Corocastel di Conegliano, un coro che Tuo padre, il grande Giancarlo ha conosciuto e, in qualche modo diretto nei primi albori della sua nascita.
    Ci siamo visti e conosciuti proprio a Cortina, Tua città natale insieme in un concerto importante col coro Cortina.
    Quando, pochi mesi or sono, vidi per la prima volta il tuo libro non ebbi nessun ripensamento, entrai nella mia libreria fiduciario e lo comprai. Arrivato a casa lo sfolgliai ben sapendo il tuo ruolo di ottimo fotografo della montagna e cominciai a sfolgilarlo con avidità e gioia nel condividere assieme la mia passione per la montagna e la fotografia (quella che solo il BN può suscitare) assaporando emozioni a non finire.
    Anch’io mi cimento da alcuni decenni nella “magica” atmosfera che solo l’uso appropriato della luce dà alla fotografia in Bianco e Nero quel tocco in più.
    la riscoperta di un Gruppo montuoso carico di ricordi affettivi, mi ha portato con la mente a momenti irripetibili.
    Sono felicissimo di averlo comperato, l’unico mio neo, se così si può dire, è non aver impresso un tuo pensiero a penna autografata, ma sono sicuro, con il libro “addosso”, che ci sarà un momento in cui ci incontreremo e me lo firmerai, con una Tua dedica.
    “Ad multos annos” e ancora congratulazioni vivissime.
    Paolo Roman, componente del Corocastel Conegliano

  41. mario

    Volevo sapere una informazione tecnica nella stampa del libro: se per stampare le foto così bene la tipografia ha scansionato le stampe o direttamente il negativo.
    Se è partita dalle stampe volevo sapere anche il formato.
    Grazie, Mario.


Invia un nuovo commento