M

Mi piacciono i “vuoti” in fotografia; cosi come in un discorso mi piacciono le pause. Sono la corda dell’arco che si tende prima di scagliare la freccia; sono il cane della pistola che si arma prima dello sparo, il backswing di un giocatore di golf prima di lanciare la pallina a 200 metri. Sono l’elemento che dà valore a ciò che succederà immediatamente dopo. Sono più importanti del concetto stesso. Rivivo allora in questa foto quella pausa, quell’attesa, quel brusio, quelle luci soffuse, quell’emozione che sale, mille sguardi intorno a chiedersi quando sarà “il momento”, quando tutto esploderà.

Non sono presenti commenti