D

Dulcis in fundo“, potrei dire.

La mia presentazione, o conferenza che dir si voglia, è stata inserita nell’ultima serie degli eventi di questa bellissima iniziativa che invade e pervade Milano di sana cultura. Esattamente Domenica 19 alle ore 19.00 (più semplice di così…). Sede prestigiosa: Museo di Storia Naturale, nel cuore di Milano, in Corso Venezia 55. Tema da programma: “Fotografia di montagna: atmosfere e segreti per immortalare il grandioso spettacolo della Natura“. Un argomento che poggerà sulla presentazione del mio recente libro “La montagna in chiaroscuro. Piccolo saggio sul fotografare tra cime e sentieri” (Ediciclo Editore. Qui la scheda per chi non l’avesse ancora avuto occasione di leggerlo):

Sarà una chiacchierata semplice, informale, con amici, appassionati e amanti della montagna e della fotografia – specialmente in bianco e nero, il mio linguaggio – senza entrare troppo nello specifico tecnico di uno o dell’altro argomento, ché risulterebbe alquanto noioso. Una rilassante dialogo con quanti di voi avranno il piacere, la cortesia e la possibilità di venire a trovarmi. Attraverso alcune mie fotografie e qualche brano dal libro, proverò a portarvi con me tra cime e sentieri, per raccontarvi la magia della luce, di quell’attimo ideale del quale, noi fotografi, siamo sempre alla ricerca. La mia intima e silenziosa conversazione con le grandi pareti, le cascate, le nuvole e la bellezza dei paesaggi.

Vi racconterò di come nasce un libro o, almeno, di come è nato questo mio piccolo saggio “monodose” di 96 pagine; cosa ho cercato di comunicare, alcuni dei consigli che ho voluto condividere a beneficio di tutti gli amanti della montagna e della fotografia. E qualche aneddoto simpatico che non guasta mai. In sintesi, una finestra sincera aperta sul mio modo di intendere questa splendida passione, divenuta professione, che si chiama fotografia di montagna. Augurandomi che qualcuno possa farli propri. Un libro che finora ha raccolto moltissimi apprezzamenti altrettanto sinceri, dei quali mi onoro essere stato il destinatario come scrittore, prima, e fotografo poi.

Spero di incontrarvi e potervi salutare personalmente. Ne sarò felice.
A domenica allora. Ci conto.
Con amicizia,
Alberto 🙂

 

Ci sono 2 commenti

  1. Vasco

    Ciao Alberto sono Vasco quello alla fine ti ha chiesto se eri sposato.Complimenti è stata veramente una bellissima chiacchierata ma soprattutto molto utile per imparare e per conoscerti.Abito a Milano,ma anch’io come te fin da bambino ho avuto la fortuna di avere un papà che mi ha sempre portato in giro per le Dolomiti.Amo le montagne, sono il mio rifugio e per questo le giro sempre da solo per poterne godere al massimo la sua bellezza e il suo silenzio e poi come hai detto te mi piace fermarmi quando ne ho voglia perché anche a me piace fotografare i mie progetti come li ho pensati.Ho una casa in Trentino e quando mi affaccio alla finestra per circa 300 giorni all’anno si vede il tuo amato Brenta nelle nuvole e mi vieni in mente,immaginandoti li in mezzo a fotografarlo.Ora incuriosito ed entusiasta inizio la lettura del tuo libro,grazie ancora per tutti i consigli che con apprezzata umiltà ci hai trasmesso.A presto Vasco

    • albertobregani

      Vasco, certo che si! ciao ! Che gentile. Grazie mille per la tua cortesia e simpatia. Fammi sapere dove sei, ti mando via MP il mio telefono così se sei dalle parti di campiglio quando son su ci vediamo: Per ora grazie ancora e un caro saluto. Con amicizia Alberto 🙂


Invia un nuovo commento