C

Cortina d’Ampezzo, 21 luglio 2012 –
Sul palcoscenico dell’Alexander Girardi Hall, il fotografo di montagna Alberto Bregani ha regalato al pubblico di CortinainCroda un ricordo meraviglioso. Una vittoria non sua ma del padre, cineasta d’altri tempi e personaggio amato dalla gente di Cortina.  Nel 1967, infatti, Giancarlo Bregani venne premiato al Trento film Festival nella sezione documentari con una ‘rapsodia’ dedicata alle Dolomiti suddivisa in sei capitoli. Un filmato da cineteca, di grande valore storico e artistico. E sempre con questa “Rapsodia su temi dolomitici, Opera Ia”, vincerà poi la XVIII edizione del Festival di Cinematografia Sportiva del 1968 proprio a Cortina d’Ampezzo.  Così, sul palco, Alberto Bregani ricorda la figura del padre nel 25° anniversario dalla sua scomparsa: «Ogni volta che ho aperto una finestra sul mondo di mio padre collegato alla Montagna è sempre stata una scoperta. Ciò che ho visto attraverso ogni sua forma di espressione, che fosse letteratura, poesia, musica, fotografia, cinematografia, mi ha sempre lasciato tutt’altro che indifferente». ( da CortinaInCroda 2012)

E visto che quella sera molti di voi non c’erano, ecco qui il capitolo della “Rapsodia” dedicato alle Dolomiti d’Ampezzo, agli Scoiattoli di Cortina, ai grandi nomi che hanno contribuito a far grande l’Alpinismo. Sono 8 minuti in tutto e ovviamente con la qualità di circa 50 anni fa. Ma penso che il contenuto possa andare oltre il contenitore. Per chi arriverà poi fino alla fine ci sarà una sorpresa presumo “riconoscibile 😉 Di questo argomento, presentando il progetto completo e un altro capitolo, ne ho parlato anche “QUI“. Buona visione!

Ci sono 0 commenti


Invia un nuovo commento